• Pubblicata il
  • Autore: Marco
  • Pubblicata il
  • Autore: Marco

Trasgressione autunnale II - Lazio Trasgressiva

Qualche settimana dopo la performance di Rosa (vedi trasgressione autunnale) fui contattato da S che mi propose di incontrarci insieme al suo amico M, che già conoscevamo, e ad un terzo, tale L, che era una persona assolutamente fuori dal comune. Alla mia richiesta di spiegazioni S mi disse che L si poteva considerare un vero superdotato.
A Rosa dissi solo che ci saremmo trovati a bere qualcosa con S e M ed un altro loro amico. Le dissi anche che avrei messo alla prova la sua abilità visto che mi diceva da anni che ni avrebbe riconosciuta ad occhi chiusi in mezzo a dieci uomini. Così la sera prestabilita ci recammo nell'appartamento di S dove trovammo i tre uomini ad attenderci insieme ad un paio di bottiglie di prosecco. Rosa, su mia richiesta, aveva messo al collo un foulard che, la avevo istruita in materia, sarebbe servito a bendarla quando ci avrebbe "tastato" per individuarmi tra i quattro. La signora si divertì a fare la civetta con tutti noi, l'atmosfera era piacevolmente scaldata dal vino e da discorsi spiritosi ricchi di velate allusioni. Ad un certo punto feci scivolare l'argomento sul fatto che Rosa era così innamorata di me che sosteneva di riconoscermi ad occhi chiusi. Gli altri si affrettarono a mettere in dubbio la cosa e la signora con fermezza rispose che la si poteva mettere alla prova anche subito. Dopo un minuto era bendata e in ginocchio sul grande tappeto rosso, contornata da noi quattro che in un lampo ci eravamo liberati dai vestiti restando con i soli slip.
La signora che si era tolta il vestito per non "sgualcirlo" iniziò a toccare a turno le nostre cosce, poi ci disse di girarci e carezzò a lungo le nostre natiche dopo averci sfilato gli slip. "Sono quasi certa che sei il numero 3" disse la signora ma voglio fare un ulteriore verifica. Afferrò il cazzo duro del primo della lista e lo sbocchinò per bene, poi il secondo e quindi il mio. "E' sicuramente questo" indovinò Rosa però mi sembra corretto esaminare anche l'ultimo.
L prese il mio posto e si pose davanti alla signora che era sempre inginocchiata e bendata.
Vi assicuro che L è un pezzo d'uomo di quasi 2 metri, sui 35 anni e con qualche chilo di troppo che si spalma comunque bene sulla sua altezza. Il suo cazzo è veramente impressionante, si era eccitato come tutti noi e mostrava un arnese lungo almeno 25 cm e dalla circonferenza veramente impressionante, insomma tutto in proporzione al suo fisico. Quando Rosa allungò la mano per portarselo alla bocca fu subito "colpita". Si sfilò la benda dicendo "ma che scherzo.." quando capì che non era uno scherzo sorrise divertita e cominciò a pompare il cazzone che aveva in mano.
Mi godetti, comodamente seduto sul diano, la scena dei tre che si litigavano le carezze della lingua di Rosa. Ad un certo punto la signora guardò L e tenendogli ben stretto l'enorme nerchia gli disse "Chissà quante donne avrai fatto godere con un robo come questo" Lui rispose che a volte non era un vantaggio essere così dotato perchè erano poche le donne che accettavano un rapporto anale.
Rosa soppesò il pezzo di carne e lo squadrò per bene, poi sussurrò un promettente "con le dovute maniere si può fare".
S prese la sua cintura e la passò a mò di cappio intorno al collo della signora poi la tirò, delicatamente, verso di me facendola accucciare ai miei piedi.
Rosa prese a pomparmi mentre alle sue spalle M stava armeggiando già con un tubetto di vasellina. La signora fece finta di niente mentre le veniva abbondantemente spalmato il buchetto con il lubrificante. Iniziò S, il più piccolo, che dopo essersi infilato il preservativo, al pari degli altri due, impalò il culo di Rosa che continuò a pomparmi imprterrita. Incitato dagli altri il nostro amico affondava dei bei colpi andando avanti per parecchi minuti. Passò la mano a M, che ha un arnese di tutto rispetto, e che si divertì a incularla cambiando ritmo e forza dei colpi. Quando si sfilò si fece avanti L. Rosa si voltò a guardare il palo di carne che stava per infilarsi tra le sue chiappe sode. L si fece strada in maniera, incredibilmente, facile e affondò tutto nel budello caldo di Rosa. Lei non ebbe un gemito, smise di pomparmi per guardarmi negli occhi che erano lucidi di piacere. Il suo sguardo sembrava volesse dirmi "guarda come sono troia, guarda come mi faccio inculare da questi maschi". La vidi godere con l'enorme cazzo nel culo. Poi fu una baraonda. Rosa subì, senza protestare, una serie di doppie penetrazioni e migliaia di colpi di cazzo equamente suddivisi tra figa e culo.
Dopo quasi un'ora di "trattamento" feci stendere la signora sulla schiena, e mentre M e S, che si erano tolti il preservativo, si facevano sbocchinare con la chiara intenzione di sborrarle in faccia, feci alzare in aria le gambe di Rosa e la inculai con tutto il peso dei miei 90 kg. I gemiti venivano soffocati dai cazzi dei due che la stavano imboccando. S e M sborrarono quasi insieme una quantità notevole di sperma che coprì il viso sudato di Rosa. A quel punto smisi di incularla e mi misi in posizione per sborrarle in faccia anche io. L, che aeva tenuto il preservativo, mi fece un cenno come a dire "posso incularla a gambe all'aria anche io?" Gli feci un cenno affermativo e lui, quasi incredulo, si fece appoggiare le gambe di Rosa sulle spalle e piantò il suo cazzo cavallino nel culo della signora.
Ancora oggi mi domando come abbia fatto, lei che è una donna minuta di neanche 60 kg, a sopportare il peso, e tutto il resto, di L.
L ci ha dato di brutto senza che Rosa protestasse.Poi anche lui si è avvicinato al viso di Rosa. Abbiamo sborrato anche noi sul volto appicicaticcio della signora.
Serata da ricordare. In auto Rosa mi ha confessato di aver goduto molto ma di sentirsi piuttosto "scombussolata" e che dopo il trattamento sarebbe rimasta a "riposo" almeno per una settimana. La lasciai sotto casa congedandola con un bacio e un sincero "sei una Donna fantastica".

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati